Menu

 

Il progetto nasce da un’idea di collaborazione tra la Dott.ssa Giovanna Brambilla, responsabile alla GAMeC dei servizi educativi e l’amica docente di organizzazione aziendale e marketing in ABF, Prof.ssa Chiara Calleri .

Insieme ad una cena, servite  al tavolo proprio da una alunna di ABF ,che sta svolgendo la sua attività di tirocinio formativo, colgono lo spunto per raccontarsi cosa fa  la scuola di formazione professionale in tutti i suoi settori ed attività.

Prende avvio cosi, il  progetto “ ABITI IN MOSTRA” , nel quale  le allieve della classe 2G avranno il compito di realizzare degli abiti , interpretando alcune opere in mostra alla galleria permanente in GAMeC;  tali manufatti potranno essere indossati dalle  guide o dagli accompagnatori agli eventi e alle attività di laboratorio.

L’idea piace anche   alla coordinatrice del settore moda Prof.ssa Simona Bontempelli , che con entusiasmo descrive il progetto alle docenti di laboratorio e alle allieve.

Il primo step consiste in una visita guidata della classe alla mostra permanente, accompagnate dalla docente di tecnologia tessile Prof.ssa Daniela Valenti , durante la quale le ragazze possono ,oltrechè imparare e conoscere l’arte, fare fotografie e disegni a schizzo.

Il seguito le ha viste impegnate, sotto la guida della docente di laboratorio Prof.ssa Annika Tintori, nella realizzazione dei manufatti riproducenti gli abiti ritratti nelle seguenti opere:

“Portatrici d’acqua” di Massimo Campigli

“La famiglia in campagna” di Francesco Menzio

“La signora giapponese” di Giacomo Manzù

“Bevitore” di Giuseppe Migneco

Sabato 24 marzo 2018 le ragazze , insieme al Direttore della scuola Roberto Gibellini e alle docenti, hanno consegnato i loro lavori alla Dott.ssa Brambilla orgogliose di poterli ritrovare in mostra e pronte per avviare un nuovo lavoro insieme.

 

“Portatrici d’acqua” di Massimo Campigli

“Bevitore” di Giuseppe Migneco

“La signora giapponese” di Giacomo Manzù

“La famiglia in campagna” di Francesco Menzio

 

 

 

 

Notizia del 28 marzo 2018 Nelle categorie Bergamo · Notizie ABF · Senza categoria