Menu

FONDI INTERPROFESSIONALI

I Fondi sono organismi di natura associativa promossi dalle Parti Sociali (Associazioni dei datori di lavoro e sindacati dei lavoratori) maggiormente rappresentative sul piano nazionale.
Secondo quanto previsto dalla legge 388 del 2000, le imprese possono destinare la quota dello 0,30% dei contributi versati all’INPS (il cosiddetto “contributo obbligatorio per la disoccupazione involontaria”) ad uno dei Fondi Paritetici Interprofessionali, attraverso il modello Uniemens.
L’iscrizione ad un Fondo interprofessionale consente alle aziende di richiedere contributi per finanziare la formazione dei propri dipendenti.
Esistono due modalità per accedere ai finanziamenti:
– Voucher formativi individuali che possono essere utilizzati per l’iscrizione a percorsi formativi interaziendali;
– Piani formativi aziendali finanziabili tramite Avvisi o, per alcuni fondi, ricorrendo al Conto formazione e/o individuale aziendale costituito dalle risorse accantonate.

Fondimpresa

CATALOGO FORMATIVO FONDIMPRESA

Fondimpresa è il più importante tra i Fondi interprofessionali per la formazione continua.

Per poter accedere al fondo le aziende devono versare a Fondimpresa il proprio contributo INPS dello 0.30%, tramite il flusso UNIEMENS.

Tutte le aziende aderenti a Fondimpresa possono utilizzare i finanziamenti per la formazione tramite due canali:

– Conto di sistema: conto collettivo in cui le risorse vengono utilizzate per finanziare piani formativi secondo una procedura di Avvisi pubblicati a cadenza periodica. Generalmente si partecipa agli avvisi presentando piani in forma aggregata, con un capofila. Gli avvisi possono essere generalisti oppure suddivisi in aree tematiche.

– Conto formazione: l’azienda può presentare un piano formativo, condiviso con i sindacati, in qualsiasi momento. Le risorse accantonate dal 2009 sono accantonate per 2 anni: trascorso tale periodo, le risorse economiche confluiranno nel conto di sistema.

Scegliendo di aderire a Fondimpresa, ogni azienda dispone direttamente del 70% dei contributi versati, tramite il Conto Formazione, e può partecipare agli Avvisi del Conto di Sistema, che stanziano risorse provenienti dal restante 26% degli stessi contributi.

Le aziende possono usufruire di entrambi i canali di finanziamento, anche contemporaneamente, per più iniziative di formazione.