Menu

 

E’ stato inaugurato oggi nella Hospital Street dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, nei pressi del CUP centrale  il “Punto AIDO – Soffio Vitale”, una postazione multimediale touchscreen dove trovare informazioni corrette sulla donazione degli organi ed eventualmente scegliere di diventare donatore dopo la propria morte.

A disposizione  delle migliaia di utenti  Il “Punto AIDO – Soffio Vitale” diventa un presidio animato dove fare vera cultura della donazione e nasce dalla sinergia e dall’impegno di tante Istituzioni che hanno collaborato fattivamente alla sua realizzazione.

Il cuore dell’installazione, con il suo sviluppo grafico e informatico e il touchscreen, è stato reso possibile grazie al lavoro degli studenti e dei docenti del Corso di Informatica dell’Istituto Guglielmo Marconi di Dalmine, mentre i componenti d’arredo sono stati realizzati totalmente dagli allievi del Corso di Falegnameria del CFP di Curno, Azienda Bergamasca Formazione, guidati e coordinanti dal docente Claudio Bottarelli. La postazione è anche presidiata da operatori ospedalieri, volontari e studenti di otto istituti scolastici superiori di Bergamo, appositamente formati per rispondere a dubbi e domande e informazioni su un tema difficile e complesso.

L’elemento qualificante è la centralità dei giovani, protagonisti nella realizzazione, dell’installazione e deIla successiva animazione. È un progetto innovativo che apre nuove frontiere alla sensibilizzazione e che potrà essere replicato in altri ospedali della Lombardia e del resto d’Italia. Ma l’origine è e rimane della realtà bergamasca”.

Da un “Dono intellettuale”, è stato ideato il cuore dell’istallazione, fornendo coordinamento, progettazione professionalità e spirito di squadra da parte di tutti i docenti e gli studenti coinvolti.

Notizia del 30 marzo 2017 Nella categoria Curno